Il libro: Anche i pidocchi vanno in Paradiso

Dov’ero prima di nascere? Perché Dio ha creato i cattivi se ci vuole bene? Perché quel bambino non fa religione, è allergico? Muoiono anche i buoni? I miracoli si fanno ancora? Maestro... ma io a Dio non ci credo... 

Le domande costituiscono un motore fondamentale nella nostra vita, e i bambini ne fanno tante. Hanno bisogno di concretezza, capace di soddisfarli senza giocare troppo con le parole. Pongono interrogativi precisi, domande di senso, nella speranza di trovare una risposta adeguata. 


Questo libro presenta le domande più belle e difficili dei bambini sulla vita, il Creato, gli uomini e Dio raccolte da un maestro di scuola elementare. Le risposte sono duplici: una indirizzata direttamente a loro e una dedicata agli adulti, per aiutarli a orientarsi in un universo religioso sempre più confuso e approssimativo, ma non per questo irreale. Un viaggio sincero all’interno del quotidiano ma anche una lode al mondo dei più piccoli, alla loro spontaneità e dolcezza. 

 

Ogni tanto è bene inseguire i sogni. Ancora più bello è vederli realizzati.

Scrivere un libro è un sogno che ho visto materializzarsi; un’idea nata alcuni anni fa, quando decisi di raccogliere le tante domanda che i miei alunni mi formulavano con grande interesse durante le mie lezioni. Ho sempre pensato che queste domande fossero di grande stimolo e che non andavano affatto sottovalutate. I bambini vanno sempre presi sul serio.

 

Nasce così, dopo molto lavoro, il libro “Anche i pidocchi vanno in Paradiso”, titolo che prende spunto da una delle domande presenti nel testo. Domande profonde, interessanti, leggere, capaci di far riflettere, abbinate alla freschezza dei bambini e alla loro spontanea ironia.

 

Un libro che ha avuto un suo percorso, una sua evoluzione che ha messo sulla mia strada alcune persone che hanno lasciato un segno. Una tra tutte è il mio editore Alberto Porro, persona fantastica che ha subito creduto in me e nella validità del progetto che avevo in testa; il suo entusiasmo e la sua voglia di fare un bel lavoro è stata determinante. Bellissimo anche il rapporto umano e professionale con Elena Grazini, addetta stampa che con grande professionalità, voce piena di entusiasmo e sorriso generoso ha fatto un bellissimo lavoro per la promozione del libro. C’è poi Susanna Tamaro; neanche nelle mie più ottimistiche aspettative potevo pensare di suscitare l’interesse di questa grande scrittrice. La signora Tamaro ha scritto la prefazione al libro intuendo lo  spirito e la direzione in cui andava il testo, rispondere ai grandi “perché” che nascono nel cuore dei bambini. Un’emozione che non capita tutti i giorni. Le sue parole hanno impreziosito il testo, una firma autorevole a cui sarò sempre grato anche per l’incoraggiamento e la stima dimostrata nei miei confronti.

 

Il libro è anche il frutto di questo sito; per anni ho raccontato la vita, ho proposto riflessioni sulla scuola che spesso nascevano proprio dall’osservazione nei confronti dei bambini.

Le domande sono il motore delle mie lezioni, senza di esse sarebbe impossibile affrontare qualsiasi argomento; porsi domande, cercare le risposte, indagare partendo dai grandi perché della vita.

 

I bambini sono capaci di chiedere e di interrogarsi su argomenti importanti: la vita, l’amore, la morte, il Creato, gli animali, il Paradiso, la fede, Dio, Gesù… e molto altro. Da queste domande nasce una risposta che ho voluto offrire nel testo in una duplice versione: parlando direttamente ai bambini e ponendo anche una riflessione per gli adulti.

Perché la morte? Perché ci si innamora? Perché Dio ha sprecato i suoi miracoli per creare Vincenzo? Ma Dio è un po’ vanitoso? Perché nasco bambina e muoio pecora? Sono solo alcune delle domande del libro. Domande dei bambini ma che in fondo sono di tutti.

 

Spero che questo testo possa essere un punto di partenza per una riflessione comune che possa coinvolgere bambini, genitori, nonni, catechisti, insegnanti e tutti coloro che hanno a che fare con il mondo dell’educazione e della crescita.

“Anche i pidocchi vanno in Paradiso” è la realizzazione di quel sogno di cui parlavo all’inizio. Un libro che nasce dalle creature più belle del mondo, i bambini.

L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso, in piedi e spazio al chiuso

DICONO DEL LIBRO…:

 

26/8/2017 Anticipazione del CORRIERE DELLA SERA che pubblica la prefazione di Susanna Tamaro.  Scarica qui la pagina del Corriere

22/9/2017 Recensione su Famiglia Cristiana:  scarica l’articolo cliccando qui

4/10/2017 Recensione su ACISTAMPA

17/10/2017 Recensione della poetessa e insegnante LUCIANA RAGGI, un regalo bellissimo con parole che vengono dal cuore

14/1/2018 Recensione uscita su “Verona fedele” a cura di Lorenzo Galliani

Con ALBERTO PORRO il mio editore che ha creduto per primo nel mio libro, con FABIO COLAGRANDE giornalista di Radio Vaticana e amico da più di trent’anni, con BEATRICE FAZI strepitosa artista e bella persona che ha letto e commentato alcune pagine del mio libro.

E con i miei dolcissimi ALUNNI intervenuti affettuosi!

3 OTTOBRE PRESENTAZIONE DEL LIBRO PRESSO LA SCUOLA IC VOLSINIO DI ROMA

14 OTTOBRE PRESENTAZIONE DEL LIBRO PRESSO LA LIBRERIA MONDADORI DI MONTEROTONDO

 

 

Con SILVIA GIANSANTI, conduttrice di Radio Dimensione Suono 2

e LUCIANA RAGGI, amica, collega e potessa

AI MICROFONI DI RADIO VATICANA con Fabrizio Mastrofini

Ai microfoni del TG di LAZIOTV

a “BEL TEMPO SI SPERA”, TV2000 con Lucia Ascione

In compagnia di tanti bambini presso la libreria

SCUOLA E CULTURA di Roma

Acquista il libro online con uno SCONTO DEL 15% sulla

 

LIBRERIADELSANTO

E’ uscito il 3 ottobre in Francia “Mais pourquoi?”, la versione francese del libro “Anche i pidocchi vanno in Paradiso”. Edito dalle Edition de Beatitudes integralmente tradotto.

Una bella sorpresa e una soddisfazione davvero inaspettata, io che non credevo di andare oltre i miei confini naturali e invece mi sono reso conto di quanto possano essere belle le sorprese della vita.

 

Les plus belles questions d’enfants, et les plus difficiles, sur la vie, les animaux, les hommes et Dieu

« Est-ce que les poux aussi iront au Paradis ? Et moi, j’étais où avant ma naissance? Si Dieu est juste et bon, pourquoi a-t-il créé les méchants? Est-ce qu’aujourd’hui il y a encore des miracles? Monsieur, moi je ne crois pas en Dieu…»

Les enfants sont les plus grands poseurs de questions. Celles-ci vont droit au but, sont riches de sens et de ce fait terriblement exigeantes. Elles attendent de notre part la meilleure des réponses.

Ce livre présente les plus belles questions, mais aussi les plus difficiles, que les enfants posent sur la vie, les animaux, les hommes et Dieu. Les réponses de l’auteur se déroulent en deux temps : réponse à l’enfant qui pose la question, puis réponse à l’adulte qui n’ose plus se la poser. Car ce livre a la prétention de rediriger le lecteur vers son enfant intérieur, au centre du quotidien. Il s’adresse aussi bien à l’enfant de 8-10 ans qu’à la grande personne qui ne trouve plus son chemin dans l’existence et à l’adulte qui a égaré l’essentiel dans notre monde effervescent.

Une ode à la petitesse, un hymne à la simplicité, une louange à la spontanéité des enfants !