Per le festività ortodosse ringrazio  particolarmente la

sig.ra Viola per i preziosi suggerimenti

 

 

 

 

Collegati alla pagina

Facebook

del sito

Casella di testo: “Conoscere quando e perché ‘l’altro’ è in festa favorisce senz’altro il dialogo. 
Se non so cosa fa soffrire o gioire il mio prossimo, se ignoro il motivo e le circostanze che rallegrano chi mi sta accanto, se trascuro il ricordo degli eventi che lo hanno amareggiato, come posso essere disposto a dialogare in profondità, a capire ciò che davvero gli arde nel cuore?” - 
Enzo Bianchi, priore del Monastero di Bose

FESTIVITA’ CATTOLICHE

Anno 2020

FESTIVITA’ EBRAICHE

Anno 5780

FESTIVITA’ ISLAMICHE

Anno 1440

FESTE ORTODOSSE

anno 2020

Calendario InterreligiosoGennaio 2020

NOTA: le festività ebraiche iniziano sempre al tramonto della sera precedente il giorno in cui viene riportato nel calendario. Ad es. il sabato ha inizio con la prima stella del venerdì sera e termina al tramonto del giorno successivo. Questo vale per tutte le festività ebraiche segnalate nel calendario.

Risultati immagini per immagini epifaniaRisultati immagini per natale ortodossoRisultati immagini per battesimo del signoreRisultati immagini per giornata della memoria

1

 

 MARIA, MADRE DI DIO: Con questa solennità si chiude l’ottava di Natale. Maria è stata venerata fin dagli inizi della Chiesa come la Madre di Dio e la festa con questo titolo venne introdotta dalla proclamazione del dogma avvenuto nel IV secolo. Nel 1931 papa Pio XI dispose che si celebrasse in tutta la Chiesa l’11 ottobre. Fu Paolo VI a spostare questa festa vicino al Natale - e precisamente otto giorni dopo - che coincide con il primo giorno dell’anno. L’orazione dopo la Comunione è tratta da un’antichissima liturgia che risale al secolo VII e che invoca (per la prima volta) Maria come la Madre di Dio.

 

 

2

 

 

3

 

 

4

 

SHABBAT

5

 

SECONDA DOMENICA DOPO NATALE

6

 

EPIFANIA: Si celebra, fin dal V secolo,  la prima “manifestazione” del Figlio di Dio fatto uomo al mondo pagano che ebbe luogo con l’adorazione dei Magi che vanno a far visita al Bambino Gesù guidati da una stella. La festa proclama la portata universale della missione di Cristo, che viene al mondo per compiere le promesse fatte a Israele e realizzare la salvezza di tutti gli uomini. Fin dall’antichità è stata fissata nel giorno del 6 gennaio.

Gli ortodossi la chiamano “Teofanie” perché fanno memoria di tre diverse manifestazioni: la nascita a Betlemme, il Battesimo di Gesù al Giordano e il miracolo delle nozze di Cana.

 

7

 

NATALE ORTODOSSO La religione russo ortodossa ha conservato per le festività religiose il vecchio calendario giuliano, per questo motivo le date non corrispondono con le festività cattoliche.

Papa Gregorio XIII nel 1582 riformò il vecchio calendario giuliano (introdotto da Giulio Cesare), che avendo un piccolo difetto di calcolo rispetto al calendario solare non rispettava più l’andamento delle stagioni.

Con il nuovo calendario vennero soppressi ben 10 giorni dal 5 al 14 ottobre nell’anno 1582 e non furono più considerati bisestili gli anni dei secoli non divisibili per 400.

Questo nuovo calendario, che è quello che ancora oggi usiamo, prese il nome di quel Papa e si chiamò calendario gregoriano.

Questi cambiamenti non furono accettati dalla chiesa ortodossa che infatti continua a celebrare le ricorrenze religiose sulla base del vecchio calendario giuliano. Il Natale, nei paesi ortodossi, è preceduto da un periodo di digiuno e preghiera che dura 40 giorni, ovviamente questo non è totale ma prevede di consumare pesce nei giorni di mercoledì e venerdì. Nel giorno invece della Vigilia di Natale il digiuno è più severo e prevede solo consumo di cibo “socivo” ossia grano lesso e frutta. Il digiuno si conclude alla comparsa in celo della prima stella. La chiesa e le case in questo periodo sono addobbate con simboli della tradizione cristiana raffigurati anche nelle catacombe come ghirlande, pesci e pecore.

 

8

 

SINASSI DELLA MADRE DI DIO (Ortodossi) Il giorno dopo il Natale è in onore alla Vergina Maria che si è fatta vincolo tra umano e divino: la Vergine Maria, regina di tutte le creature.

9

 

 

10

 

DIGIUNO DI TEVET 10° GIORNO DEL MESE DI Tevet - Sidigiuna dall’alba al tramonto in memoria dell’assedio di Gerusalemme per opera dei Babilonesi che iniziò in questo giorno

 

11

 

SHABBAT

12

 

BATTESIMO DEL SIGNORE (fine del tempo di Natale)

13

 

 

14

 

CIRCONCISIONE DEL SIGNORE (Ortodossi) La Chiesa ortodossa celebra la circoncisione ricevuta da Gesù avvenuta otto giorni dopo la nascita, come consuetudine (ancora attuale) nella religione ebraica. In quell’occasione Gesù riceve il suo nome che significa “salvatore”

 

 15

 

 

16

 

 

17

 

 

18

 

SHABBAT

19

 

II DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

20

 

 

21

 

 

22

 

 

23

 

 

24

 

 

25

 

CONVERSIONE DI SAN PAOLO

SHABBAT

26

 

 

27

 

GIORNATA DELLA MEMORIA IN OCCASIONE DELLA COMMEORAZIONE DELLE VITTIME DELL’OLOCAUSTO

28

 

 

29

 

 

30

 

 

31